Privacy Policy Cookie Policy Gabriele Galletta | Investimento Custodito

Autore: Gabriele Galletta

    Risk Manager e Analista Finanziario. Co-fondatore di Investimento Custodito, vi tiene aggiornati con le sue analisi delle borse.

Come riconoscere una truffa-Ponzi

Grandi guadagni nel breve periodo a fronte di rischi molto bassi se non addirittura nulli? Molto probabilmente stai rischiando di finire dentro uno schema Ponzi, un sistema articolato di truffe inventato da un immigrato italiani in USA nei primi del novecento. Che però ancora oggi viene riproposto e mieta numerosissime vittime ogni anno.

La struttura di uno schema Ponzi è in realtà molto semplice da capire, ma ciononostante sono in molti ancora oggi a cascarci (e a perdere soldi): con questo articolo proviamo a vederne le caratteristiche e come non rimanerci immischiati.

Leggi tutto

E’ vero che quando le azioni vanno giù, l’oro va su?

Quanto è forte, ancora oggi, la de-correlazione oro-azioni, intesa come quella caratteristica per cui la domanda di oro (e quindi il suo prezzo) tende a crescere quando invece le azioni perdono valore?

E’ ancora vero che quando le azioni vanno giù, l’oro sale e ci protegge dai crolli? Con questo articolo proviamo a indagare ancora se ciò è vero (anche alla luce degli ultimi avvenimenti) e a come usare questa caratteristica nei nostri investimenti.

Leggi tutto

E’ ancora il momento di investire in beni rifugio?

La cavalcata dell’oro delle ultime settimane ha riacceso i riflettori sui beni rifugio e sulla loro importanza in un portafoglio d’investimento: chi ci segue sa benissimo che da quando siamo nati abbiamo da sempre invitato l’investitore ad allocare una buona parte del proprio portafoglio in beni rifugio e il modo in cui l’oro ci sta proteggendo e ci sta regalando performances in piena recessione è la conferma delle bontà di quelle scelte.

Con questo articolo facciamo chiarezza sui beni rifugio e se sia ancora oggi conveniente inserirli in portafoglio.

Leggi tutto

L’unica certezza di guadagno che hai in borsa

L’arte della maieutica è a fondamento della visione filosofica di Socrate e si basa sui seguenti paradigmi:

  • Uomo conosci te stesso: la verità è già dentro di te non serve cercarla altrove.
  • Sapere di non sapere: non esiste un sapere assoluto.

Queste affermazioni hanno cambiato il metodo di fare ricerca filosofica e hanno travalicato le dimensioni dello spazio e del tempo giungendo a noi con un’immutata freschezza concettuale. A partire soprattutto dal principio socratico del οιδα ουκ ειδως, quando definiamo le nostre strategie di investimento e quando decidiamo quale seguire, lo facciamo secondo analisi e studi di back-testing che possano dirci che quella è veramente la strategia migliore. Senza pregiudizi e partendo sempre dal presupposto che sappiamo di non sapere.

Leggi tutto

BTP Futura: conviene o no?

Lunedì parte il collocamento del Titolo di Stato che dovrebbe permettere al Tesoro di finanziarie parte del suo debito cresciuto a dismisura per far fronte ala crisi Covid: anche questa volta, il lancio dei titoli sarà accompagnato da grandi frastuoni e sollecitazioni all’investimento, ma con ancora molta poca attenzione (come spesso accade) alla reale convenienza in termini rischio/rendimento per il risparmiatore.

Con questo articolo proviamo a capirne le caratteristiche e se al risparmiatore retail possa convenire oppure no.

Leggi tutto

Quando e come ribilanciare il proprio portafoglio?

L’asset allocation di un portafoglio riflette gli obiettivi e la propensione al rischio di un investitore: nel tempo, un portafoglio può assumere esposizioni non coerenti con il rischio e il rendimento obiettivo dell’investitore, oppure si possono creare delle opportunità di mercato da cogliere: questi aspetti possono essere controllati con una strategia di ribilanciamento precisa e definita ex-ante, che possa guidare i comportamenti dell’investitore nel tempo.

Con questo articolo, vogliamo esaminare insieme i vantaggi del ribilanciamento, analizzare l’impatto delle diverse frequenze di riequilibrio ed evidenziare le strategie per ridurre al minimo i costi di riequilibrio.

Leggi tutto

Le borse crollano molto più spesso di quanto tu possa credere

Questo articolo nasce da un dubbio che i nostri parenti meno evoluti finanziariamente (tipo, una zia un po’ vecchiotta) ci hanno inculcato.

Perchè i veri dubbi non ve li pongono gli “esperti” o chi la pensa come voi: i veri dubbi ve li pongono sempre i meno esperti e chi ha una visione del mondo diversa dalla vostra.

Di che dubbi parliamo?
Del fatto che i nostri parenti – sapendo che lavoriamo nel campo della finanza – ad ogni pranzo domenicale insieme ci continuano a ripetere sempre il solito mantra: “eeeh, ho sentito al TG che la borsa è crollata, non è un buon momento per investire, no?

Quindi, ci siamo chiesti, considerato che la borsa americana ha segnato circa il 300% negli ultimi dieci anni e che i nostri clienti realizzano mediamente il 5-5,5% annuo di rendimento, da dove nasce questo bias cognitivo della zia?

Leggi tutto

Una soluzione alternativa alla liquidità sul conto corrente

La liquidità sul conto corrente diventa spesso una necessità (per spese future o per altre circostanze), che però espone il risparmiatore al rischio (specie per patrimoni sopra una certa soglia) bail-in nel caso in cui questa liquidità superi i cento mila euro. Allo stesso tempo, la liquidità sul conto corrente viene spesso accantonata per futuri investimenti o per sfruttare cali periodici del mercato in un’ottica di gestione “dinamica£ del portafoglio.

Se però questa liquidità è consistente (si pensi che per portafogli superiori al mezzo milioni di euro può tranquillamente superare i cento mila euro) espone nuovamente il risparmiatore al rischio bail-in.

Leggi tutto

Trading nel breve periodo? Anche la scienza ti dice come sia impossibile

Warren Buffett, che sempre viene citato da presunti investitori alle prime armi (salvo mai seguire le strada che il buon Warren ha già tracciato) suole spesso sottolineare come le tue strategie di investimento devono essere semplici, per essere efficaci.

(Efficaci nel senso di farti rendere il capitale).

Quanto più complesse diventano e quanto più cominciano a diventare dipendenti da una serie di variabili infinite, tanto più rischiano di fallire sotto i colpi continui del mercato e della sua volatilità: alla fine, il segreto è sempre quello di sbagliare meno, nel lungo periodo.

Ciononostante, sono ancora in molti a credere alla favola del trading nel breve periodo, all’analisi tecnica, ai gain di dieci punti percentuali in un giorno, vendendo e comprando webinar che ti insegnano a tracciare linee e curve sui grafici (un corso per geometri, in sostanza). Quando ormai qualsiasi paper scientifico scia sulla materia mostri come oggi fare trading con profitto nel breve termine sia impossibile.

Leggi tutto

Come costruire il tuo «Portafoglio Permanente»: guida al nuovo approccio agli investimenti

Il mondo della finanza, a fine anni Novanta, è stato sconvolto da una serie di teorie che si contrapponevano al modo classico di costruire portafogli di investimento, «mescolando» solo azioni e obbligazioni sulla base della teoria di Markowitz e dell’investitore pienamente razionale.

Sicuramente anche tu hai potuto notare come i tuoi investimenti sono sempre stati gestiti dalle banche a cui ti sei affidato secondo questa logica, non trovando mai soddisfazione o riuscendo poche volte a raggiungere i tuoi obiettivi. Cose a cui sei abituato: ciononostante, hanno continuato a gestire i tuoi investimenti con lo stesso approccio di sempre, 60% azioni e 40% obbligazioni, oppure l’inverso, se eri «più avverso la rischio».

In quegli anni si cominciò a capire che il mito dell’investitore razionale era fasullo, che le persone reagiscono alle perdite in modo molto diverso che ai guadagni (Loss avversion), che miscelare solo azioni e bond era limitante e che l’investitore predilige approcciarsi ad un investimento «più dolce» e stabile nel tempo.

Leggi tutto