fbpx
portafogloio-permanente

Bull Run 2024 e oltre? E tu che fai?

Negli ultimi periodi, i mercati hanno regalato agli investitori ingenti rendimenti e crescite importanti del loro capitale investito.

Ma perchè questo “Bull Run” potrebbe non essere ancora finito?

Nell’articolo di oggi, vedremo:

  1. Perchè siamo entrati in un nuovo contesto economico, che potrebbe determinare una nuova fase di prosperità sulle borse;
  2. Cosa devi fare per parteciparvi anche tu, e non rischiare di rimanere fuori dalla festa per l’ennesima volta.

Buona lettura!

Recessione lontana?

Come riporta recentemente il Wall Street Journal, al momento, in USA, i rischi di una recessione sono crollati a livelli che non vedevamo da almeno 3 anni.

Frutto ovviamente di una stabilità economica che, due anni fa, neanche il più ottimista degli analisti poteva stimare.

Ma frutto anche di deficit fiscali ampi che stanno sostenendo la domanda in moltissime economie.

Bull Run 2024

In questo contesto, la parola d’ordine dovrebbe essere “reflazione permanente”.

Un contesto economico nuovo, in cui, dopo lo spartiacque Covid, osserviamo alti deficit fiscali, alti tassi di interesse delle banche centrali, domanda sostenuta e mercato del lavoro con un’importante spinta dal lato della domanda.

Un mondo praticamente opposto a quello che abbiamo osservato prima del Covid, dove domanda anemica, bassi tassi e politiche monetarie ultra-espansive la facevano da padrona.

Ma, se da una parte l’ingresso in questo nuovo mondo spaventava molti, a causa di banche centrali non più espansive come una volta, dall’altra gli investitori si sono progressivamente ricreduti, notando come le azioni – come sempre detto nei nostri percorsi – sono l’asset che meglio risponde nella maggior parte dei contesti.

Oggi, in questo scenario reflattivo – che nel vecchio mondo avremmo chiamato “Late Cycle” – osserviamo praticamente in modo perenne una curva invertita dei rendimenti obbligazionari.

Nel vecchio mondo, questa situazione avrebbe aperto le porte ad una recessione, dicevamo; ma, nel nuovo mondo, questa diventa una normalità che non spaventa le azioni, ma che, invece, le agevola.

Se pensiamo, infatti, che il prezzo attuale delle azioni sia il valore attuale dei flussi di cassa futuri, capiamo come su questo impatti il livello dei tassi a lungo termine, e molto meno quello a breve termine.

Inoltre, nel nuovo mondo i deficit fiscali degli Stati restano ampi: ampi deficit fiscali sostengono la domanda e il mercato del lavoro e, con essi, i ricavi e gli utili delle aziende.

Lo abbiamo notato nelle trimestrali passate.

Un lungo Bull Run?

Il lungo Bull Run post Lehman è stato guidato, per larga parte, dalle espansioni monetarie delle banche centrali, in occidente.

Il nuovo lungo Bull Run post-crisi inflativa potrebbe essere guidato da politiche fiscali ampiamente positive.

Pensa all’Europa: nell’epoca pre-Covid, un disavanzo del 2,1% era considerato follia, in grado di mandare al tappeto le finanze di un paese.

Oggi, un disavanzo del 5,0% in Francia e addirittura del 6-7% in Italia sembrano l’assoluta normalità: è proprio vero che, nel mondo, specie in quello economico, è sempre tutto troppo relativo.

Ma qual è l’aspetto interessante in tutto questo?

mercati ai massimi come investire

L’aspetto interessante è che, alle Borse, i deficit fiscali piacciono, perchè è vero che si convive con un’inflazione strutturalmente elevata, ma è anche vero che lo facciamo con una domanda forte, grazie a cui le aziende possono traslare sui consumatori le tensioni sul lato dei costi (della merce e del lavoro).

E, al momento, le Banche Centrali (FED in primis) sembrano davvero molto interessate a mantenere un mercato del lavoro pimpante.

Oltre ciò, ricordiamoci un altro vantaggio, per le banche centrali, in questo contesto: la possibilità di avere diverse munizioni nel proprio arsenale.

Quando i tassi erano a zero, le Banche Centrali potevano fare poco, per sostenere un’economica sempre molto anemica, se non inventarsi l’ennesimo QE per ampliare ancora una base monetaria enorme.

Oggi, coi tassi al 4-5% in Occidente, in caso di frenata economica, basterebbe davvero poco per dare “efficacia reale” alle politiche monetarie e per riportare l’economia a correre.

Pensa a cosa succederebbe in caso di frenata: il riportare i tassi ad un “normale” 2.0% potrebbe essere una spinta velocissima a riportare il treno economico sui giusti binari.

Ergo, chi vede un nuovo Bull Run all’orizzonte, forse, non è troppo ottimista.

E tu stai alla finestra?

Quel che è certo è che, se davvero un nuovo Bull Run si dovesse presentare,rimanere fuori dai mercati, o continuare ad investire male, potrebbe essere l’ennesima opportunità persa, per te.

Se infatti:

  • ancora investi in prodotti inefficienti, della tua banca ad esempio;
  • ancora investi senza strategia, andando a tentoni con quello che trovi online gratuitamente,

rischi di trovarti ancora impreparato.

Il che vorrebbe dire, ancora, mancati rendimenti e mancati guadagni.

Quanti soldi vuoi ancora perdere, prima di dare una svolta ai tuoi investimenti?

La soluzione che aspettavi

Noi, la soluzione te la possiamo dare, nel nostro percorso FinWealth, che ti aiuterà finalmente a gestire i tuoi investimenti in modo efficiente e redditizio.

E, oggi, potresti anche poter accedere al percorso con un’offerta dedicata a te.

Vai sulla pagina dedicata, attendi l’apertura del popup e richiedi il tuo Coupon.

Ti contatteremo e ti spiegheremo come partire subito, per non perdere ancora altre opportunità.

A presto!

Gabriele Galletta
info@investimentocustodito.com

CEO di Investimento custodito, Risk Manager, Analista Finanziario, massimo esperto in Italia della filosofia All Weather. Seguitissimo sui social e sulle sue piattaforme, ha aiutato migliaia di persone a riprendere in mano il controllo dei propri soldi grazie ai suoi corsi e ai suoi libri.



×

Scrivici su WhatsApp

× Ciao, posso aiutarti?

White Paper Finanza e Investimenti