fbpx

Perchè non dovresti investire in All Weather

Il contenuto dell’articolo di oggi forse potrà risultare strano a molti, ma, se ci avete sempre seguito da quando pubblichiamo le nostre analisi e i nostri commenti sulla strategia d’investimento che ci ha portato fin qua, forse, non sarà poi cosi tanto strano.

Si, perché, come vi abbiamo sempre detto, non esistono strategie adattabili a tutti, così come non tutte le tipologie di scarpe possono essere indossate da tutti: sarebbe un po’ come voler far indossare i mocassini a tutti e, ad esempio, a me personalmente i mocassini fanno abbastanza schifo.

Allo stesso modo All Weather, per quanto possa essere applicato come filosofia di investimento davvero a tante, ma tante eprosne, potrebbe risultare di difficile applicazione ad altre.

E non soltanto per il fatto banale di rendere meno di un classico portafoglio totalmente azionario.

 

1. Quando non dovresti investire in All Weather

Una strategia All Weather (o All Seasons, che dir si voglia) ha molti pregi e porta con se molte caratteristiche interessanti che la possono rendere applicabile a moltissimi investitori (che ricercano quelle date caratteristiche), ma ha anche dei difetti.

Perchè, come sempre, non esiste la perfezione.

 

 

 

 

Non parliamo, come sopra detto, del fatto che un portafoglio All Weather in media dovrebbe rendere meno del classico 100% azionario, cosa ovvia se consideriamo che il classico All Weather ha il 30% di azioni in pancia, mentre il nostro All Weather / Global Macro ne ha il 35/45%.

Una strategia di investimento viene valutata sulla base di diversi parametri: se consideriamo solo il rendimento, ovviamente un portafoglio azionario sovra performa All Weather.

Teoricamente, nel lunghissimo periodo un All Weather base rende meno di un portafoglio totalmente azionario, ma se valutiamo la performance di un investimento sulla base del suo rendimento corretto per il rischio o sulla base del rendimento aggiustato per i drawdown sofferti, All Weather e almeno 3 volte più efficiente di un portafoglio azionario puro (se ci basiamo sugli indici di Sharpe, Sortino e su Ulcer Index).

questo non è un problema per chi preferisce investire con la tranquillità di un All Weather «classico», ma diventa un problema per chi punta ad una forte rivalutazione del proprio capitale.

Quindi, non è questo il vero limite  di All Weather. Andiamo oltre.

Anzitutto, devo ricordarti che NON DEVI mai e poi mai investire in un All Weather per come lo trovi strutturato in giro per il web, perchè quel tipo di portafoglio è espressamente pensato per investitori americani.

«Ma se scrivo su Google ‘All Weather di Ray Dalio‘ mi vengono fuori centinaia di articoli che mi spiegano da cosa è composto, oltre i materiali didattici che mette a disposizione Bridgewater stessa: perché quel portafoglio non va bene per me?».

(Corollario alla domanda precedente è perchè dovrei pagare i vostri percorsi per avere quello che ho già gratis online, ma adesso vedremo anche questo)

Il principale motivo è il seguente: il portafoglio All Weather originale, sviluppato da Ray Dalio, di cui parla Bridgewater nei suoi materiali formativi o che anche trovi online in centinaia di articoli che ne parlano, è denominato in dollari e si adatta perfettamente all’investitore americano. Ma tu non sei un investitore americano e ne tantomeno investi in dollari, visto che la tua ricchezza è denominata in euro.

Questo potrebbe sembrare una sciocchezza o un problema da poco quando investi in azioni, perché le variazioni del tasso di cambio sono generalmente compensate dai rendimenti azionari, ma diventa un problema dirompente quando allochi il tuo denaro su obbligazioni e titoli di stato denominati in altra valuta.

Pensi veramente di poter allocare il tuo risparmio per oltre il 40-50% su treasury USA, come la base del portafoglio di Dalio dice di fare?

Ovviamente no.

Quello che infatti abbiamo fatto noi, in primis, è adeguare All Weather per investitori europei, strutturando soprattutto in modo corretto la parte più complessa di All Weather, cioè la componente obbligazionaria.

 

 

2. Ma c’è un altro deterrente su All Weather..

E veniamo al secondo punto: molti ti ripetono che il motivo per cui non dovresti investire inAll Weather è la presenza rilevante di obbligazioni nominali in portafoglio (conseguenza dell’applicazione del Risk Parity), che soffrirebbero in uno scenario economico di reflazione/stagflazione.

Chi ripete questo mantra, purtroppo, dimostra la sua ignoranza sulla complessità e la profondità della strategia, che si prefigge di performare in ogni scenario economico, compreso quello di una stagflazione/reflazione perdurante (grazie a oro, Commodities, Bond Inflation Linked), situazione in cui invece i classici portafogli azionari sofrirebbero parecchio (paradossale, no?).

Il vero difetto di All Weather deriva dal suo stesso vantaggio: se il portafoglio performerà in ogni contesto economico, avremo sempre una componente del portafoglio stesso che (alternativamente) soffrirà. A chi questa cosa non piace, farebbe meglio ad evitare di utilizzare All Weather.

Proprio perché All Weather è costruito partendo dal presupposto di poter performare in ogni circostanza economica, nel tempo vedrai che, alternativamente, ci saranno asset class che in determinate condizioni soffriranno.

Ad esempio, se stiamo vivendo un periodo di alta inflazione, la parte del portafoglio investita in cash starà soffrendo.

Allo stesso tempo, è normale osservare come la componente del portafoglio investita in obbligazioni nominali soffra in un periodo (come quello mentre scriviamo) di reflazione, componente che però serviva se, inaspettatamente, torneremo in uno scenario (poco probabile, ma non impossibile) di deflazione.

Quindi, a chi piace avere un portafoglio «ciclico» e non sopporta vedere alcune asset class «soffrire» (non sapendo però che in futuro potrebbero essere quelle asset class a proteggerlo e l’esempio del cash di prima è lampante) non dovrebbe investire in All Weather.

Per tutto il resto e per il resto degli investitori, All Weather, secondo noi, è una delle migliori (se non la migliore) strategia di investimento.

Gabriele Galletta
Gabriele Galletta
investimentocustodito@gmail.com

Risk Manager e Analista Finanziario. Co-fondatore di Investimento Custodito, vi tiene aggiornati con le sue analisi delle borse.



Costruisci oggi la tua sicurezza e indipendenza finanziaria col metodo All Weather

Inizia ad investire in ETF con un metodo semplice e sicuro, grazie alla nostra All Weather Academy