fbpx

Come investire in una Stagflazione: ecco la strategia migliore

L’aumento dei prezzi delle materie prime e del petrolio mettono paura agli investitori, per un collasso dell’economia: ma come investire in una stagflazione?

Quali sono gli asset che possono proteggerci da uno scenario economico in cui i portafogli tradizionali – composti solo da bond e azioni – sembrano voler collassare?

La soluzione potrebbe essere una strategia All Weather, che ha proprio l’obiettivo di performare bene e proteggere gli investitori in ogni stagione economica?

 

1. La soluzione alla stagflazione è semplice

La battuta più bella – che però era anche grande verità – che ho ascoltato sulla strategia All Weather, quando si diceva che, con l’aumento dei tassi di interesse, sarebbe collassata sotto le perdite delle obbligazioni che aveva in pancia, è stata “se si chiama ‘All Weather’ e non ‘se arriva l’inflazione me la prendo nel s*****e’, ci sarà un motivo“.

Quella famosissima battuta fu scritta in un commento da uno dei miei clienti in una discussione di circa due anni fa, quando si parlava del fatto che All Weather avesse restituito grandissimi rendimenti in passato grazie alla sua sovraesposizione ai bonds, fattore che però sarebbe stato il suo più grande problema quando i tassi si sarebbero alzati.

All’epoca, periodi di bassi tassi, bassa inflazione ed eccesso di offerta sulla domanda, in un mondo ancora congelato dalla pandemia, non ci preoccupavamo certo dell’aumento dei prezzi, ma noi sapevamo benissimo di essere pronti a questa eventualità.

E sapevamo benissimo che le farneticazioni di chi diceva che un All Weather avrebbe sofferto col rialzo dei tassi erano solo, per l’appunto, farneticazioni di non conosce (forse) a pieno la parola All Weather: se una strategia si chiama “per tutte le stagioni” e non “per tutte le stagioni, meno che quelle coi tassi e i prezzi in rialzo”, ci sarà pur sempre un motivo (semicit senza parolacce).

Sapevamo bene, infatti, come scrivevamo all’epoca, di avere almeno un 20/25% di portafoglio che in scenari inflazionistici avrebbe creato rendimento e non ci preoccupavano certo delle parole di chi, forse solo per logiche commerciali, era prevenuto sul senso di questa strategia.

Nelle scorse giornate, sul mio profilo Instagram, mentre le principali borse azionarie crollavano sotto il peso della stagflazione (con Milano che chiudeva a -6%), avevo postato il risultato giornalieri del mio portafoglio, che chiudeva in positivo grazie all’effetto positivo di oro, materie prime, inflation linked e grazie anche all’effetto benefico del dollaro (che uso sempre con parsimonia in momenti di alta volatilità).

Come volevasi dimostrare, All Weather funziona in ogni stagione economica, anche in quella in cui osserviamo rialzi dei tassi e dell’inflazione, benché sulla parte “nominale” del portafoglio (bond governativi, bond Corporate, bond convertibili ed una parte di azioni) ci siano delle sofferenze: ma è così che funziona All Weather.

Avrai sempre una parte del portafoglio in rosso e avrai sempre una parte del portafoglio in forte guadagno: così facendo, avrai cali molto più contenuti, gestirai meglio le perdite sull’altra parte del portafoglio e, nel tempo, otterrai un rendimento molto maggiore del rischio sostenuto.

 

 

2. I dati di All Weather durante una stagflazione


E, se è vero che All Weather ci protegge da ogni contesto economico, lo farà anche se domani arriverà davvero la stagflazione: un’interessante ricerca ha provato a back-testare All Weather nelle precedenti decadi e ha mostrato come sia stato l’unico portafoglio, durante gli anni ’70 (all’epoca dell’ultima Stagflazione) a dare rendimenti reali positivi e a sovraperformare ampiamente lo S&P500.

 

Fonte: of Dollars and Data


La ricerca scrive: “For example, using data going back to 1973, I found that the All Weather Portfolio outperformed the S&P 500 and the 60/40 portfolio in a high inflation environment (1970s) and a low growth environment (2000s): note that these are showing inflation-adjusted returns, which makes the All Weather Portfolio that much more compelling“.

Come si nota, All Weather riesce ad esprimere il suo miglior potenziale in contesti avversi e complicati per gli investitori, come una possibile stagflazione o come una depressione deflazionaria. Ovviamente, avendo solo una parte di portafoglio investita in azioni, quando il mondo è in fase Risk-on, All Weather sottoperformerà lo S&P500 (ad esempio).

Ma il nostro obiettivo non è ottenere il 150% all’anno sui nostri investimenti.

Il nostro obiettivo è costruire una strategia “zero-sbatti”, da tenere per tutta la vita, che ci dia, con pochi sobbalzi, un giusto rendimento.

All Weather ci permette di ottenere un rendimento “giusto”, senza il rischio di dover sopportare lunghi periodi negativi, che, essendo tutti noi esseri avversi alle perdite, sono il grande male che potrebbero portarci lontani dal costruire la nostra ricchezza finanziaria.

Gabriele Galletta
investimentocustodito@gmail.com

CEO di Investimento custodito, Risk Manager, Analista Finanziario, massimo esperto in Italia della filosofia All Weather. Seguitissimo sui social e sulle sue piattaforme, ha aiutato migliaia di persone a riprendere in mano il controllo dei propri soldi grazie ai suoi corsi e ai suoi libri.



×

Scrivici su WhatsApp

× Ciao, posso aiutarti?