Privacy Policy Cookie Policy FAQ Gestioni Investimenti | Investimento Custodito

Categoria FAQ: FAQ Gestioni Investimenti

Come selezionate gli strumenti da inserire in portafoglio?

Il processo di selezione degli ETF va in parallelo con il processo di costruzione dei portafogli. Una volta selezionati i pesi delle Asset Class da inserire nei portafogli viene deciso uno o più indici che rappresentano quella determinata Asset Class nel portafoglio considerando le caratteristiche del portafoglio tra cui il numero massimo di strumenti disponibili. Stabilito l’indice, si passa a selezionare qual è il miglior ETF sul mercato che segue l’indice selezionato. Ogni ETF è diverso e, anche se rappresentante lo stesso indice di mercato, ci possono essere grosse differenze di costruzione e quindi di performance. I principali criteri che consideriamo per valutare la qualità di un ETF sono i seguenti, ordinati per importanza:
Tracking Error: cioè differenza tra la sua performance (al lordo delle fee) e la performance dell’indice di riferimento.
Costruzione dell’ETF: tendiamo a privilegiare gli ETF a costruzione fisica anche se, talvolta per benefici di liquidità, costo e Tracking Error selezioniamo quelli sintetici Collaterale: soprattutto negli Etf sintetici è fondamentale valutare i titoli posti a collaterale nello strumento.
Liquidità: Cerchiamo di includere strumenti che siano il più possibile liquidi. Questo è un fattore determinante da considerare nella rischiosità dello strumento.
Costo: il costo rimane una componente rilevante nella valutazione degli Etf.
Affidabilità della casa produttrice: è importante considerare la loro affidabilità e il loro interesse a proseguire nel business degli Etf e sponsorizzare i prodotti che costruiscono.
Tutti questi fattori vengono valutati e tenuti sott’occhio nel corso del tempo con analisi sottoposte al Comitato d’investimento della società e approvate dal Consiglio di Amministrazione

Come funziona la gestione investimenti?

Il cliente completa il processo di profilazione alla fine del quale si vedrà assegnato un portafoglio di investimento. A questo punto, inizierà ad acquistare gli strumenti (ETF) con il nostro supporto in real-time direttamente dal suo home-banking. Periodicamente, effettueremo i ribilanciamenti periodici qualora il Comitato Investimenti lo reputasse opportuno, sempre nel rispetto dei vincoli previsti dal mandato. Il cliente viene informato delle operazioni di aggiustamento da effettuare e le svolge sempre con il nostro supporto.

Perchè esiste un investimento minimo?

Proprio perchè non siamo un robo-advisor e un sistema automatizzato di investimenti: non riusciamo a gestire anche piccoli patrimoni a costi bassi, proprio perchè puntiamo alla differenziazione e alla gestione continua del portafoglio del cliente. Oggi, a chi investe meno di 50.000 €, dovremmo applicare costi troppo alti: per queste cifre, ti consigliamo altri servizi e provider (es. MoneyFarm)

Posso aumentare/diminuire i soldi investiti

Puoi sempre aumentare/diminuire l’ammontare investito rispetto all’investimento iniziale, ricordando sempre che il portafoglio che ti abbiamo consigliato è legato all’obiettivo di risparmio che ti sei preposto. Il consiglio è quello di contattare sempre il tuo consulente prima di effettuare questa operazione.