fbpx Cookie Policy Privacy Policy
88, Piazzale Del Verano, 00185 - Roma
+06 5654 9002
info@investimentocustodito.com

Negli Ultimi Vent’anni, Hai Almeno Ottenuto Questo Rendimento?

Inizia a gestire tu i tuoi soldi. Per i tuoi investimenti, scegli chi può fare solo i tuoi interessi

Negli Ultimi Vent’anni, Hai Almeno Ottenuto Questo Rendimento?

Iniziamo subito con una domanda schietta e diretta: negli ultimi venti anni, hai ottenuto almeno un 5,0% medio annuo sui tuoi investimenti?

Sostanzialmente, la risposta che mi aspetto da 9 persone su 10 (considerando i differenti bias emotivi che colpiscono TUTTI) è: certo!

Tutti quanti, impossibilitati ad criticare i propri comportamenti e analizzare errori ed orrori, siamo portati a considerarci "sopra media", figuriamoci nella gestione del denaro; inoltre, è ormai provato che gli individui sovrastimino i propri guadagni ottenuti sui soldi investiti e sovrastimino, inoltre, i tassi di rendimento ottenibili: una recente ricerca ha provato che l'investitore medio italiano crede che un tasso di rendimento "buono" sui propri investimenti sia il 9% annuo in più sull'inflazione, ergo il 10-11%. Ciò denota sicuramente scarsissima cultura finanziaria (stiamo parlando di rendimenti che neanche i mercati emergenti tengono, tranne qualche nostro cliente, ma quella è un'altra storia), ma soprattutto come tu, alla domanda, "hai almeno ottenuto il 5,0% medio annuo sui tuoi investimenti", probabilmente risponderesti di si.

E allora rifaccio la domanda.

Il 5,0% medio annuo significa che il proprio capitale cresce CAPITALIZANDOSI ogni annuo del 5,0%, mediamente: calcolatrice alla mano, applicando la formuletta della capitalizzazione composta, significa che il capitale investito deve essere cresciuto del (1,05^(20)=) 265% circa.

Il calcolo del montante di un investimento in capitalizzazione composta

Il tuo capitale è cresciuto del 265% negli ultimi venti anni?

Qui non ci sono problemi di "percezione" sovra-dimensionata dei rendimenti.

Qui devi semplicemente ricordarti quanto grande era il tuo patirmonio nel 1998 e vedere se ora è diventato (dopo averlo portato in banca/posta/assicurazione) il 265% più grande.

Se si, bravo. Sei nella MEDIA.
Se no, abbiamo una brutta notizia per te.

Perchè parlo di "media"?
Perchè il tasso di rendimento del 5,0% medio annuo è il tasso medio ottenuto di un semplicissimo portafoglio 60% azionario e 40% obbligazionario.

Il rendimento ottenuto dalle principali asset class negli ultimi venti anni

Ergo, sarebbe bastato investire in un semplicissimo Etf azionario, per il 60%, e in un Etf obbligazionario, per il 40%, per ottenere questo rendimento.

Niente più.

E tutti i prodotti bancari complessi che ti hanno proposto?
Strategie long, short, Total return, coperture, gestioni patrimoniali o altro Prodotti del momento, fondi europei, americani, lussemburghesi, iraniani, cinesi o brasiliani?

Tutto fumo per vendere qualche prodotto (pieno di commissioni) in più.

Non serviva nessuna strategia complessa: su 100.000 €, compravi un ETF azionario dal tuo home banking per 60.000 €, un ETF obbligazionario per 40.000 €, chiudevi il computer per i prossimi 20 anni e PUF riaprivi il conto con 265.000 €.

(Arrivati a questo punto è obbligatoria una precisazione: abbiamo sempre detto che "investire è semplice, ma è tremendamente complicato". Questo perchè nei venti anni del nostro ipotetico investimento è accaduto un po' di tutto, compresa la peggiore crisi finanziaria degli ultimi cento anni. Lasciare fermi 100.000 € così, con un portafoglio 60/40, senza nessuna immunizzazione, senza nessun supporto nelle fasi negative, sarebbe stato folle. Con la conseguenza che tu NON avresti mai raggiunto l'obiettivo finale: è molto probabile che, da solo, preso dalla paura, avresti venduto tutto. Questo per dire che a ciò serve un consulente - indipendente: non a vendere il prodotto finanziario del momento, bensì a creare e cercare i comportamenti e le strategie giuste per investire con serenità e a bassi costi. Ma ora ci torniamo)

Dunque. Con questa semplice strategia avresti ottenuto il 265% in venti anni.
Lo hai ottenuto?

Credo proprio di no: ma tranquillo, sei in ottima compagnia.

Il rendimento otenuto dalla media degli investitori negli ultimi venti anni

Infatti, la MEDIA degli investitori ha ottenuto un misero +1,9% medio negli ultimi vent'anni investendo i propri risparmi, un valore più basso di ogni altra asset class, persino dell'inflazione.

Com'è possibile tutto questo?
Qui c'è da spiegare un paradosso bello grosso.

Fino a prove contrarie, gli investitori hanno investito i loro soldi nelle asset class che sono riportate nella figura di cui sopra: azioni, immobili, obbligazioni, azioni e obbligazioni 50/50 o 69/31, conti deposito e così via. Quindi, il rendimento degli investitori dovrebbe essere dipeso dal rendimento delle asset class, no?

Com'è possibile che il rendimento medio ottenuto dalla media degli investitori è INFERIORE A QUALSIASI ASSET CLASS?

Cioè, ci saremmo aspettati che se le azioni hanno reso il 7%, gli immobili il 5%, le obbligazioni il 4%, gli investitori in media dovrebbero aver ottenuto il 4,75%, cioè una media ponderata dei rendimenti delle asset class dove investono.

E invece no.
Hanno ottenuto un rendimento inferiore a TUTTE le asset class.

Quindi, il fatto che i loro investimenti - come i tuoi - hanno ottenuto così scarsi risultati NON puo essere dovuto alla giustificazione "ho sbagliato investimento".

Perchè QUALSIASI investimento avessi scelto, avresti ottenuto un rendimento maggiore di quello che hai ottenuto.

Veniamo alla conclusione.

Perchè allora la media degli investitori ottiene rendimenti così bassi?
Per due motivi.

a) i costi.

Non c'è niente da fare, ragazzo. Se il tuo investimento ti costa il 2,5% medio annuo, come alcuni fondi di banche italiane, non puoi ambire a rendimenti alti. Perchè stai bruciando LA META' del rendimento che potenzialmente ti può dare un mercato addirittura azionario.

Quindi, se non ABBATTI i costi, non hai speranza di puntare a rendimenti soddisfacenti.

b) i comportamenti

E' ormai risaputo che gli investitori non ottengono rendimento perchè vendono quando non dovrebbero vendere e perchè acquistano quando non dovrebbero acquistare.

Perchè non hanno una strategia.

Perchè, abituati al fumo della propria banca/assicurazione/posta, credono che il rendimento si costruisca con "il prodotto del momento" (quello di sopra che costava il 2,5% medio annuo). Non con la capacità di rimanere "investiti" con disciplina sui mercati.

Ripeti con me: IL RENDIMENTO NEL LUNGO PERIODO LO DA IL MERCATO, RIMANENDO INVESTITI CON DISCIPLINA

I comportamenti corretti, guidati da una strategia chiara, sono alla base di investimenti redditizi.

Quindi, compreso che siamo tutti sulla stessa barca e compresi i problemi che sono stati il freno a mano dei tuoi investimenti, cosa è possibile fare?

a) innanzitutto ridurre i costi

b) in secondo luogo, avere una strategia chiara che ti possa guidare nei prossimi venti anni, con la consapevolezza (riprendiamo la postilla di prima) che è impossibile rimanere impassibili agli avvenimenti dei prossimi venti anni che sicuramente sconvolgeranno i mercati saltuariamente. Che quindi sia una strategia semplice che RIDUCENDO IL SALI E SCENDI DEL MERCATO E DANDOTI UN RENDIMENTO QUASI-COSTANTE, ti permetta di rimanere "sempre investito".

Noi, abbiamo pensato a costruire un sistema di investimento in grado di raggiungere gli obiettivi dei punti a) e b): ridurre i costi e investire con serenità attraverso una strategia chiara.

Autore: dott. Gabriele Galletta
Market Strategist at Investimento Custodito SCF S.r.l.

Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *