A – H

A.

ABUSO DI INFORMAZIONI PRIVILEGIATE: Reato compiuto da un soggetto che, essendo in possesso di informazioni privilegiate, acquista, vende o compie operazioni (per conto proprio o di terzi) su strumenti finanziari avvalendosi di quelle stesse informazioni.

ACCETTAZIONE BANCARIA: Cambiale tratta pagabile a un venditore di beni, il cui pagamento è garantito da una banca.

ACCOLLO: Operazione con cui i membri di un consorzio di collocamento (con garanzia) acquistano in proprio i titoli rimasti invenduti.

ACQUISIZIONE: Operazione di acquisto di una società da parte di un’altra società.

ACQUISTO AZIONI PROPRIE: Operazione di riacquisto di azioni proprie precedentemente collocate sul mercato.

ADVISOR: Soggetto che svolge una funzione di supporto consulenziale generale nel corso di un’operazione di finanza straordinaria.

AGENZIA DI RATING: Agenzia indipendente specializzata nella valutazione del rischio di insolvenza di un emittente o di un titolo.

AGGIOTAGGIO: Reato compiuto da colui che diffonde notizie false oppure pone in essere operazioni simulate o altri artifici concretamente idonee a provocare una sensibile alterazione del prezzo di strumenti finanziari.

AMMISSIONE ALLA QUOTAZIONE: Procedura attraverso la quale uno strumento finanziario viene ammesso alla quotazione su un mercato regolamentato.

AMMORTAMENTO: Modalità di rimborso di un finanziamento in cui i pagamenti sono effettuati a rate (composte da capitale e interessi) fino alla scadenza e al rimborso integrale del debito.

ANALISI FONDAMENTALE: Tipologia di analisi del prezzo delle azioni finalizzata a valutare l’opportunità di un investimento azionario attraverso la stima del valore intrinseco (detto fair value) delle azioni e il confronto con il suo valore di mercato.

ANALISI TECNICA: Studio del comportamento di un titolo (o di un mercato) attraverso l’analisi delle serie storiche dei prezzi e dei volumi, con lo scopo di prevedere l’evoluzione futura del prezzo di uno strumento finanziario, supportando in tal modo le decisioni di trading.

ARBITRAGGIO: Esecuzione di due o più transazioni, di norma di elevato ammontare, contemporaneamente su due o più mercati al fine di conseguire un profitto privo di rischio.

ASSEMBLEA DI SOCI: Organo deliberativo delle società di capitali. Opera in base al principio di maggioranza: le decisioni della maggioranza, purché l’assemblea sia regolarmente convocata, vincolano anche i soci assenti o dissenzienti.

ASSET BACKED SECURITY: Strumento finanziario i cui flussi (in termini di interessi e di capitale) sono collegati ai flussi di cassa associati a un pool di strumenti segregati.

ASTA: Tecnica di offerta di titoli o di negoziazione che consiste nell’accumulazione degli ordini provenienti dagli investitori e nel loro soddisfacimento in base a un insieme di regole stabilito a priori.

ATTIVITA’ SOTTOSTANTE: Variabile da cui dipende il prezzo di uno strumento derivato.

ATTUALIZZAZIONE DEI FLUSSI DI CASSA: Metodo per la stima del valore intrinseco di un’azione basato sull’attualizzazione dei flussi di cassa.

AUMENTO DI CAPITALE: Operazione che permette ad una società di aumentare il proprio capitale sociale emettendo nuove azioni.

AZIONE CICLICA: Un’azione il cui prezzo fluttua in sintonia con il ciclo economico.

AZIONE DI COMPENDIO: Azione che il portatore di obbligazioni convertibili riceve al momento della conversione. Sono dette azioni di compendio anche le azioni spettanti ai soci delle società che si fondono, dando vita a una nuova società (fusione in senso stretto) o che vengono incorporate in una società preesistente (fusione per incorporazione).

AZIONE DI CONCRETO: Operazioni di acquisto titoli diffusi tra il pubblico effettuate da più soggetti legati da particolari rapporti.

AZIONE DI RISPARMIO: Azione priva del diritto di voto che gode di privilegi patrimoniali rispetto alle azioni ordinarie.

AZIONE NOMINATIVA: Azione intestata a una persona fisica o giuridica, con il nome del titolare riportato sul certificato azionario e risultante dal libro dei soci della società emittente.

AZIONE ORDINARIA: Categoria di azione che non attribuisce ai detentori alcun privilegio in relazione alla distribuzione dei dividendi o alla ripartizione dell’attivo in sede di liquidazione della società.

AZIONE PRIVILEGIATA: Categoria di azioni che attribuisce ai titolari un diritto di priorità rispetto agli azionisti ordinari in sede di distribuzione degli utili e di rimborso del capitale allo scioglimento della società, comportando, tuttavia, la limitazione dei diritti amministrativi (diritto di voto, diritto di impugnativa delle delibere assembleari, diritto di recesso, diritto di opzione).

AZIONE QUOTATA: Azione ammessa alla quotazione ufficiale di Borsa.

AZIONI: L’azione è l’unità minima di partecipazione di un socio al capitale sociale di una società per azioni, in accomandita per azioni, di società cooperative o a responsabilità limitata.

AZIONI RISCATTABILI: Azioni che possono essere riscattate dai soci o dalla società.

B.

BANCA CENTRALE EUROPEA (BCC): La Banca Centrale Europea è l’organismo istituito per introdurre e gestire la moneta unica (l’euro), per promuovere il funzionamento dei sistemi di pagamento e per definire e realizzare la politica monetaria dell’Unione Europea.

BANCA D’ITALIA: Banca centrale italiana.

BANCA DI INVESTIMENTO: Intermediario finanziario che assiste i soggetti in deficit di risorse finanziarie nell’organizzazione di operazioni di finanziamento effettuate attraverso l’emissione di titoli.

BASE MONETARIA: Aggregato monetario che rappresenta lo stock di valuta (monete e banconote) e di depositi caratterizzati da diversi gradi di liquidità presenti in un sistema finanziario.

BEAR MARKET: Mercato caratterizzato dalla diminuzione dei corsi azionari che si prolunga per un periodo relativamente ampio.

BENCHMARK: Parametro oggettivo di riferimento utilizzato per confrontare la performance di un portafoglio con l’andamento del mercato.

BETA: Coefficiente che definisce la misura del rischio sistematico di un’attività finanziaria, ovvero la tendenza del rendimento di un’attività a variare in conseguenza di variazioni di mercato. Esso è misurato dal rapporto tra la covarianza del rendimento di un’attività i-esima con il rendimento di mercato, e la varianza del rendimento di mercato: bi = covarianza (Ri,RM)/varianza(RM) ove: Ri = Rendimento dell’attività i-esima; RM = rendimento del mercato.

BID-ASK SPREAD: Differenza tra il prezzo bid (denaro) e il prezzo ask (lettera) praticato da un dealer. Il prezzo bid è il prezzo al quale il dealer è disposto ad acquistare uno strumento finanziario. Il prezzo ask è quello al quale il dealer è disposto a vendere uno strumento finanziario.

BILANCIA DEI PAGAMENTI: La bilancia dei pagamenti di un paese registra i pagamenti effettuati, in un determinato arco di tempo, fra i residenti di quel paese e quelli di altri paesi.

BILANCIO DI ESERCIZIO: Documento contabile finalizzato a fornire ai soci e ai terzi una rappresentazione della situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell’azienda.

BLUE CHIPS: Titolo azionario emesso da società ad elevata capitalizzazione.

BOND SWAP: Struttura contrattuale che prevede lo scambio di un’obbligazione detenuta (o di un portafoglio di obbligazioni) con un’altra obbligazione (o per un altro portafoglio).

BOOK DI NEGOZIAZIONE: Prospetto video sul quale sono esposte, durante le diverse fasi del mercato, le proposte di negoziazione.

BORSA: Mercato destinato alla negoziazione di strumenti finanziari.

BORSA ITALIANA SPA: Società per azioni di natura privatistica che organizza e gestisce mercati per la negoziazione di strumenti finanziari.

BROKER: Intermediario finanziario che nell’industria dei servizi di investimento opera sul lato dell’offerta per conto della clientela. I broker pongono in essere le negoziazioni che il committente intende effettuare mediante la ricerca di altri oggetti disposti a negoziare a condizioni compatibili. Il broker è un fornitore di accesso al mercato.

BULL MARKET: Mercato caratterizzato dall’aumento dei corsi azionari che si prolunga per un periodo relativamente ampio.

BUONI DEL TESORO POLIENNALI: Titoli di Stato a medio-lungo termine con cedole a tasso fisso.

BUONI ORDINARI DEL TESORO: Titoli di Stato a breve termine e senza cedola.

BUSINESS PLAN: Documento di pianificazione contenente la descrizione e lo studio di fattibilità di un progetto imprenditoriale a medio lungo termine.

BUY BACK: Operazione di riacquisto di azioni proprie precedentemente collocate sul mercato.

C.

CAMBIALE FINANZIARIA: Pagherò cambiario a breve termine utilizzato dalle imprese per finanziarie fabbisogni di capitale circolante.

CAP: Contratto di opzione call su tasso di interesse.

CAPITAL LOSS: Perdita derivante da un’attività di compravendita di strumenti finanziari (azioni, obbligazioni, Titoli di Stato, derivati, valute), pari alla differenza negativa tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto, depurata di eventuali interessi maturati e degli oneri accessori.

CAPITALE CIRCOLANTE NETTO: Il capitale circolante netto (CCN o nella denominazione inglese Net Working Capital, NWC) rappresenta la differenza tra le attività correnti e le passività correnti rappresentate nello stato patrimoniale.

CAPITALE DI DEBITO: Porzione del capitale di un’impresa costituita da crediti concessi da soggetti terzi.

CAPITALE DI RISCHIO: Porzione del capitale di un’impresa apportata a titolo di capitale proprio dall’imprenditore (o dai soci nel caso di società).

CAPITALE PROPRIO: Porzione del capitale di un’impresa apportata a titolo di capitale proprio dall’imprenditore (o dai soci nel caso di società).

CAPITALE PROTETTO: Strategia di gestione del portafoglio che ha l’obiettivo di partecipare ai rialzi dei mercati di riferimento contenendo l’impatto sul capitale investito degli eventuali ribassi mediante tecniche di assicurazione di portafoglio.

CAPITALE SOCIALE: Il capitale sociale di una società è costituito dall’ammontare complessivo di tutti i versamenti e i conferimenti dei soci ed è indicato nell’atto costitutivo della società stessa.

CARTOLARIZZAZIONE: Operazione mediante la quale un insieme di diritti su attività illiquide (crediti, immobili) sono incorporati in uno strumento negoziabile.

CASH FLOW: Esistono diverse misure di flussi di cassa relative a vari livelli dell’attività d’impresa:

  • attività operativa e di investimento (Free Cash Flow, ottenuti come differenza tra flusso di cassa operativo e Investimenti in capitale fisso) 
  • attività di finanziamento (Flusso di cassa da/per portatori di capitale di debito; Flusso di cassa da/per gli azionisti).

CASH FLOW RETURN ON INVESTMENT: Il Cash Flow Return on Investment (CFROI) è un tasso che misura, in termini reali, il rendimento degli investimenti dell’impresa. E’ dato dal rapporto tra il flusso di cassa lordo (al netto dell’ammortamento economico dell’investimento) e il valore dell’investimento lordo.

CASSA DI COMPENSAZIONE E GARANZIA: Società del gruppo Borsa Italiana che assicura la compensazione e la conclusione dei contratti stipulati sui mercati dei titoli azionari e derivati di Borsa Italiana ed obbligazionari di MTS e BrokerTec..

CEDOLA: Tagliando allegato al certificato rappresentativo di un titolo che, staccato dal certificato, consente al possessore la riscossione degli interessi (in caso di titolo obbligazionario) o dei dividendi (in caso di titolo azionario) maturati, nonché l’esercizio (nel caso delle azioni) di diritti amministrativi ed economico-patrimoniali.

CERTIFICATES: I certificates sono strumenti finanziari derivati cartolarizzati negoziati sul mercato SeDeX che replicano, con o senza effetto leva, l’andamento dell’attività sottostante.

CERTIFICATO DEL TESORO ZERO COUPON: Titoli di Stato privi di cedole (zero coupon) con scadenza pari o inferiore a 24 mesi.

CLEARING HOUSE: Soggetto che è controparte automatica di tutti i contratti stipulati in un mercato al fine di limitare il rischio di inadempimento.

COLLOCAMENTO: Servizio di investimento svolto da intermediari autorizzati che si sostanzia nella diffusione e distribuzione sul mercato di strumenti finanziari (azioni, obbligazioni e titoli di stato) di nuova emissione, oppure già in circolazione.

COMMITTENTE: Il soggetto che, all’interno del Sistema di Compensazione e Garanzia, dà mandato ad un partecipante al sistema di negoziare e/o regolare i contratti conclusi sul mercato senza instaurare alcun rapporto contrattuale con CC&G

CONTO ECONOMICO: Rappresenta il documento contabile nel quale sono evidenziati sinteticamente i costi e i ricavi di competenza dell’esercizio.

CORPORATE GOVERNANCE: Insieme di strumenti, regole e meccanismi preordinati alla migliore realizzazione del processo decisionale di un’impresa nell’interesse delle diverse categorie di soggetti che sono interessati alla vita societaria.

CORSO: Prezzo attribuito a un titolo per effetto della contrattazione su un mercato.

CORSO EX CEDOLA: Prezzo di negoziazione di un titolo privo del diritto sulla cedola o sui dividendi in scadenza.

CORSO SECCO: Prezzo di negoziazione di un titolo che non tiene conto del valore dei diritti accessori (il rateo di interesse nel caso delle obbligazioni o i dividendi maturati nel caso delle azioni).

CORSO TEL QUEL: Prezzo di negoziazione di un titolo comprensivo del valore dei diritti accessori (il rateo di interesse nel caso delle obbligazioni o i dividendi in maturazione oppure i diritti di opzione o assegnazione nel caso delle azioni).

COVERED WARRANT: Strumento finanziario derivato emesso da un intermediario finanziario che conferisce all’acquirente il diritto di acquistare (covered warrant call) o vendere (covered warrant put) un’attività sottostante a un prezzo prestabilito (prezzo di esercizio o strike price) a (o entro) una prefissata scadenza.

CREDIT DEFAULT SWAP: Contratto swap appartenente alla categoria dei derivati sul rischio di credito che offre la possibilità di coprirsi dall’eventuale insolvenza di un debitore contro il pagamento di un premio periodico.

D.

DEALER: Intermediario finanziario che nell’industria dei servizi di investimento opera sul lato dell’offerta operando in contropartita diretta della clientela su richiesta della stessa. In sostanza i dealer effettuano negoziazioni di strumenti finanziari per conto proprio, acquistando strumenti che confluiscono nel loro portafoglio di proprietà (inventory) e vendendo strumenti detenuti in proprietà e traendo da tali negoziazioni un profitto.

DEPREZZAMENTO/APPREZZAMENTO VALUTARIO: Perdita/Aumento di valore registrato dalla valuta di un paese rispetto alla valuta di un altro paese.

DERIVATI CARTOLARIZZATI: Strumenti derivati incorporati in un titolo negoziabile.

DERIVATO SUL RISCHIO DI CREDITO: Strumento derivato che permette il trasferimento del rischio di credito da un soggetto ad un altro.

DISCOUNTED CASH FLOW: Metodo per la stima del valore intrinseco di un’azione basato sull’attualizzazione dei flussi di cassa.

DIVIDENDO: Importo distribuito dalla società agli azionisti a titolo di remunerazione del capitale investito.

DURATION: Indicatore sintetico del rischio di tasso di interesse di un titolo obbligazionario.

E.

ECONOMIC VALUE ADDED: Metodo per la stima del valore intrinseco di un’azione sulla base dell’attualizzazione degli abnormal operating income (dati dalla differenza tra risultato operativo effettivo e risultato operativo normale).

EFFETTO LEVA: Possibilità di effettuare un investimento che riguarda un elevato ammontare di risorse finanziarie, con un basso tasso di capitale effettivamente impiegato.

ELASTICITA’: Caratteristica di un mercato secondario in base alla quale nuovi ordini sono tempestivamente generati a seguito del manifestarsi di fluttuazioni di prezzo.

EMITTENTI: Soggetti che emettono strumenti finanziari.

ENTERPRISE VALUE: Misura del valore di una società, noto anche come “valore dell’impresa”.

EURO OVER NIGHT INDEX AVERAGE: Tasso di interesse di riferimento per le operazioni overnight in euro.

F.

FLOTTANTE: Quantità di azioni di una società che non costituiscono le partecipazioni di controllo e che sono quindi disponibili per la negoziazione in borsa

FACOLTA’ DI RECESSO: I soci assenti o dissenzienti dalle delibere assembleari relative a decisioni particolarmente importanti, hanno il diritto di recedere dalla società e di ottenere il rimborso delle proprie azioni.

FAIR VALUE: Il fair value rappresenta il valore intrinseco di un’attività reale o finanziaria (azioni e strumenti derivati). I metodi di analisi fondamentale (Discounted Cash Flow Method, Dividend Discount Model, Economic Value Added, Gordon Growth Model) sono tutti finalizzati al calcolo del valore intrinseco di azioni. E’ detto anche prezzo teorico.

FIDEIUSSIONE: Soggetto che rilascia a favore della Cassa di Compensazione e Garanzia l’impegno fideiussorio (ovvero la garanzia dell’adempimento), per un partecipante diretto, relativamente ai requisiti patrimoniali e ai versamenti.

FLOOR: Contratto di opzione put su tasso di interesse.

FONDO BILANCIATO: Fondo comune di investimento mobiliare aperto che investe il proprio patrimonio sia in azioni che in obbligazioni.

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO: I fondi comuni di investimento rientrano nella categoria degli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio (OICR) e sono veicoli di investimento che svolgono la funzione di riunire le risorse finanziarie di una pluralità di risparmiatori in un unico patrimonio indifferenziato che viene investito in attività finanziarie.

FONDO FLESSIBILE: Fondo comune di investimento mobiliare aperto che non ha alcun vincolo relativamente al tipo di strumenti finanziari e beni oggetto di investimento.

FONDO PENSIONE: Organismo di investimento collettivo del risparmio che raccoglie i contributi dei lavoratori e/o dei datori di lavoro e li investe in strumenti finanziari, allo scopo di erogare una prestazione pensionistica (rendita vitalizia o capitale) al termine della vita lavorativa del lavoratore.

FORWARD: Contratto derivato con cui due parti si accordano per scambiare in una data futura una certa attività a un prezzo fissato al momento della conclusione del contratto.

FUSIONE: Operazione di unificazione di due o più società in una sola.

FUTURE: Contratto a termine standardizzato con il quale le parti si impegnano a scambiare una certa attività (finanziaria o reale) a un prezzo prefissato e con liquidazione differita a una data futura.

G.

GAP: A livello di decisioni di carattere gestionale, il termine gap è riferito alla quantità in difetto di un certo fattore, per esempio un gap nel finanziamento di un determinato progetto rappresenta la somma che deve ancora rendersi disponibile per finanziare lo stesso. In analisi tecnica il gap si realizza nel grafico di un titolo nel momento in cui l’intervallo tra prezzo massimo e minimo di quotazione in una giornata è minore o superiore allo stesso intervallo di prezzo del giorno seguente, lasciando quindi un intervallo di prezzi dove non vi sono state quotazioni effettive.

GESTIONE PATRIMONIALE: E’ il servizio con cui il cliente affida la gestione di un patrimonio mobiliare alla banca. Le scelte relative alla gestione del patrimonio vengono assunte da operatori professionisti che agiscono in base agli obiettivi e alla tipologia di investimento indicati dal cliente.

GESTIONE SEPARATA: È una speciale forma di gestione degli investimenti separata dalle altre attività della compagnia di assicurazione che determina il rendimento nelle assicurazioni rivalutabili. È composta in prevalenza da titoli a reddito fisso e quindi offre rendimenti annui in linea con i tassi obbligazionari.

GIACENZA MEDIA: È utilizzata dagli operatori di Borsa per definire i parametri di copertura (Margin) dei singoli conti, e viene stabilita per mezzo del calcolo giornaliero della giacenza e della valutazione dei portafogli di titoli trattati dai clienti (Mark to Market).

GIORNI VALUTA: Tempo che intercorre tra la presentazione di un titolo di credito per il pagamento e il giorno nel quale i fondi corrispondenti diventano materialmente disponibili.

GIRATA: La girata è il mezzo con cui si trasferisce l’assegno e consiste nell’apporre la firma sul retro del titolo. L’assegno può dunque essere incassato subito oppure può essere “girato ” più volte. Le persone che “girano” l’assegno si assumono la responsabilità della copertura dei fondi. Nel caso cioè che il conto sul quale è emesso l’assegno non abbia fondi sufficienti, chi ha posto la firma per girata dovrà garantire il pagamento della somma indicata. La girata può essere piena, cioè può indicare il nome della persona a cui si desidera girare l’assegno, oppure in bianco quando contiene solo la firma. In nessun caso l’assegno o la girata possono essere condizionati ad un evento, per esempio alla fornitura della merce.

GIROCONTO: Operazione con la quale un ente creditizio trasferisce fondi tra due conti di cui è titolare presso una stessa banca o presso la banca centrale.

H.

HEDGE: A livello di cambi, merci, titoli, ecc., le operazioni che consentono di proteggere il portafoglio dal rischio di oscillazioni dei mercati sottostanti.

HEDGE FUND: Fondi comuni americani specializzati in investimenti finanziari ad alto profilo di rischio, operano senza alcuna limitazione geografica o di prodotto, facendo uso di qualsiasi strumento finanziario disponibile, in particolare option e futures.

 

Fonti:
Borsa Italiana
Il Sole 24 Ore

Vai al glossario finanziario di Borsa Italiana

Vai al glossario finanziario del Sole 24 Ore