fbpx Cookie Policy Privacy Policy
88, Piazzale Del Verano, 00185 - Roma
+06 5654 9002
info@investimentocustodito.com

Cos’è La Duration E Perchè Ti Deve Mettere In Guardia Oggi?

Inizia a gestire tu i tuoi soldi. Per i tuoi investimenti, scegli chi può fare solo i tuoi interessi

Cos’è La Duration E Perchè Ti Deve Mettere In Guardia Oggi?

Sappiamo tutti che, complici le politiche monetarie ultra-espansive delle banche centrali mondiali da dieci anni a questa parte, il mondo sta osservando una crescita continua dei prezzi delle obbligazioni, con una contrazione parrallelamente senza fine dei rendimenti (i tassi negativi, oggi, sono diventati praticamente la normalità).

Oltre al fatto che è paticamente impossibile trovare un Titolo di Stato sicuro che renda qualcosa (a meno che non ci si voglia spostare su scadenze lunghissime, a 30-50 anni, o virare su titoli molto meno sicuri), questa condizione di iper-comprato sul mercato obbligazionario porta con se un altro grave problema.

Il grafico che segue rappresenta la crescita della duration media dei titoli obbligazionari sottostanti all’indice realizzato da Bloomberg.

Cos’è la duration?
Tecnicamente, la duration rappresenta la “durata residua” di un titolo obbligazionario.
Da non confondere con la sua vita residua.

Il grafico rappresenta la crescita della duration dei titoli in cui mediamente gli investitori investono

In sostanza, la duration (espressa in giorni/anni) è il tempo necessario a ripagare l’investimento in un titolo obbligazionario SOLO con le cedole.

Questo significa “durata residura” di un titolo. Che si differenzia dalla vita residua, che sarà semplicemente il tempo entro il quale il titolo sarà ripagato.

Facciamo un esempio.
Un titolo di stato a 5 anni, che paga cedole annuali del 10%, con il rimborso del capitale investito a scadenza.

La vita residua del titolo è cinque anni.
La duration no.

Il calcolo della duration è un procedimento di matematica finanziaria abbastanza complesso, che per il momento non ci interessa indagare molto (in sostanza, come indica il grafico sotto, viene calcolato il valore attuale dei flussi cedolari del titolo, moltiplicati ognuno per il tempo di scadenza, e sommati)

La duration sarà pari a 4.17.

Questo significa che saranno necessari 4,17 anni per ripagare l’investimento iniziale solo con le cedole.

(Ad esempio, per le obbligazioni Zero Coupon, come i BOT, la duration eguaglia la vita residua, proprio perchè non vengono pagate cedole).

Il calcolo della duration

Si noti una cosa molto interessante, per comprendere cosa sia la duration: se le cedole aumentano di valore e passano dal 10% al 15%, la duration aumenta. Ergo, il tempo per ripagare l’investimento iniziale diminuisce. Se di converso la cedola diminuisce al 5%, la duration aumenta. Perchè aumenta il tempo per ripagare l’investimento iniziale solo con le cedole.

La duration esprime, in sostanza, il rischio di un’obbligazione.
Si è capito bene che più è alta la duration, maggiore è il tempo che io impiego a recuperare il capitale iniziale.
Di conseguenza, il titolo obbligazionario è più rischioso quando la duration cresce.

La duration esprime anche il rischio che la mia obbligazione perda valore quando i tassi di mercato variano.
Si sa che se ho in mano un’obbligazione che paga tassi al 5% e i tassi di mercato passano dal 5% al 6%, la mia obbligazione perde valore, perchè sul mercato si possono reperire obbligazioni che pagano tassi più alti.

Più è alta la duration, più è alta la perdita di valore potenziale a cui un investitore in obbligazioni va incontro se i tassi di mercato dovessero crescere.

La relazione inversa prezzo-tasso per le obbligazioni e come la duration modificata calcola l’impatto sul prezzo di una variazione dei tassi

Ciò che calcola l’impatto di una variazione dei tassi sul prezzo di un’obbligazione è in realtà la duration modificata che, matematicamente, approssima la variazione tasso-prezzo a lineare e approssima quanto varia il prezzo dell’obbligazione al variare dei tassi di interessi.

Veniamo ora al grafico di cui sopra e perchè la duration va tenuta d’occhio, soprattutto oggi, per i tuoi investimenti obbligazionari.

La duration media calcolata da Bloomberg degli investimenti obbligazionari è in costante crescita.
Questo accade perchè gli investitori si stanno spostando sempre verso scadenze maggiori, per scappare dalla morsa dei tassi negativi e scovare un po’ di rendimento.

Ma se la duration cresce, cresce il rischio di perdere tanto capitale se i tassi dovessero crescere.

Ad oggi, per ogni punto base di aumento di tassi possiamo stimare in modo semplificato un impatto negativo in termini di valore dei bond, e quindi di perdita in conto capitale, attorno ai 24 miliardi di dollari a livello globale.

In altre parole, un aumento generalizzato dell’1% dei tassi di interesse rischia di tradursi in una perdita di qualcosa come 2.400 miliardi di dollari per l’industria: passo dopo passo si è dunque creato un mostro dalla difficile gestione nel mercato obbligazionario.

Ecco perchè noi consigliamo da tempo di “ridurre” (anzichè aumentare) la duration della parte obbligazionaria dei propri investimenti.

E di stare lontani da investimenti e prodotti che dentro hanno grandi quantità di titoli di Stato, in primis polizze vita, fondi obbligazionari o buoni fruttiferi postali.


Tags: , ,

2 risposte

  1. Nicola ha detto:

    Salve, il mio fondo pensione mi annuncia che aumenterà la duration dei titoli obbligazionati (comparto 25% azioni, 75% obbligazioni), mi devo preoccupare ?

    • Andrea Gabriele ha detto:

      Ciao Nicola. Come spiegato nell’articolo, è normale che i gestori dei fondi pensione siano obbligati ad aumentare la duration dei propri investimenti obbligazionari, proprio perchè sono costretti a spostarsi su scadenze più lunghe per sfuggire dalla trappola dei rendimenti negativi (cosicchè la duration del portafoglio complessivo aumenti). Questo, ovviamente, è un fattore di rischio ed una conseguenza dei tassi negativi. Sicuramente, un fondo pensione a lungo periodo con il 75% di obbligazioni dentro non è il massimo, soprattutto oggi. Poi, dipende dai propri obiettivi finanziari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *