Privacy Policy Cookie Policy Il Bitcoin sta diventando un bene rifugio? | Investimento Custodito

Il Bitcoin sta diventando un bene rifugio?

Il Bitcoin sta diventando un bene rifugio?

Secondo la società di ricerca di criptovalute Skew, la correlazione tra Oro e Bitcoin ha raggiunto, nel mese di Agosto, il 67,1%, sfiorando i livelli più alti registrati degli ultimi anni. Il bitcoin sta diventando quindi una nuova riserva di valore, al pari dell’oro?

Il Coronavirus ha inevitabilmente cambiato la correlazione finanziaria tra diversi assets. Gli investitori si sono trovati a dover fronteggiare una situazione totalmente sconosciuta e sono stati costretti a “tutelare” se stessi.

Sicuramente, se segui i mercati finanziari, sarai attratto dal Bitcoin e quello che oggi gli analisti stanno cercando di valutare può essere molto interessante per i tuoi investimenti.

La moneta virtuale Bitcoin, appartenente al sistema delle criptovalute, ha subito cali consistenti a partire dal mese di Marzo 2020. Tuttavia, è ruscita nell’intento di recuperato terreno in pochissimo tempo. I dati statistici raccolti nell’ultimo periodo hanno visto il Btc raggiungere la soglia dei 12.000 dollari il 6 Agosto.

Riguardo la correlazione tra Bitcoin e gli altri indici finanziari, la pandemia ha sicuramente reso la situazione più complessa del solito, producendo sbalzi considerevoli.

Prima di entrare nel dettaglio, è utile chiarire cosa si intende con “correlazione”.

In finanza, la correlazione rappresenta la relazione tra due andamenti. Ne consegue che più questa è elevata, più i due andamenti sono connessi.



Correlazione Bitcoin e Oro

La correlazione Bitcoin/Oro può ulteriormente consolidare Bitcoin come riserva di valore in un momento in cui la Federal Reserve potrebbe continuare a stampare denaro (svalutazione monetaria).

Ergo, il Bitcoin potrebbe essere un asset che protegge l’investitore dalla perdita di valore della moneta (a causa dell’inflazione), me potrebbe, al pari dell’oro, crescere come bene rifugio in momenti di forte incertezza e volatilità sulle borse.



Il BTC ha aumentato il suo livello di correlazione positiva con l’oro nell’ultimo mese.

Secondo la società di ricerca di criptovalute Skew, come sopra detto, la correlazione tra Oro e Bitcoin ha raggiunto il 67,1%. Prima della pandemia. Bitcoin manteneva con i principali asset finanziari un livello di correlazione molto basso, compreso tra il -0,04 e il 0,03. I valori sono sempre stati calcolati sulla base del lungo periodo, considerando la capacità della moneta di influire sul mercato.

Invece, calcolando i livelli nell’ultimo mese, è apparso subito evidente l’aumento della correlazione tra Btc e Oro. Hanno entrambi seguito un percorso simile.

L’oro ha raggiunto un valore ad oncia pari a 2.000 dollari e il Bitcoin ha superato la sua soglia “limite” dei 12.000 dollari.

Questa nuova crescita rappresenta ideologicamente lo sviluppo di un livello di fiducia maggiore nei confronti del Bitcoin. Se durante la pandemia non si era convinti del valore del Btc e di come avrebbe potuto superare il periodo, i risultati ottenuti hanno dimostrato che vale la pena investire.


Quindi inseriamo Bitcoin in portafoglio come riserva di valore?

Attenzione però ad arrivare a semplici e affrettate conclusioni, perchè anche la correlazione tra Bitcoin e S&P 500 ha toccato il valore più alto degli ultimi due anni. Sempre secondo i calcoli della società Skew, la correlazione tra Bitcoin e S&P 500 a Giugno è salita al 66,2%. La condizione peggiore si è verificata al contrario nei mesi di Aprile e Maggio, quando il livello della correlazione ha raggiunto il suo massimo. L’aumento indicava appunto la diminuzione del valore della moneta digitale. Difatti, a causa della pandemia gli investitori hanno perso fiducia nel Bitcoin, facendone calare il valore.

Quindi, potrebbe sorgere la domanda: ma la correlazione del bitcoin potrebbe invece essere in aumento con un po’ tutti gli assets, visto il momento di euforia su alcune borse e visto che oggi sta salendo un po’ tutto?

I fautori del bitcoin sostengono sempre come la cripto valuta sia in realtà una specie di “oro digitale”, forse anche con qualche prezioso vantaggio in più: Coinbase, importante exchange di criptovalute con sede negli Stati Uniti, ha recentemente pubblicato un report nel quale sostiene che Bitcoin offre parecchi vantaggi rispetto all’oro, derivanti principalmente dal fatto che la criptovaluta non dipende dalle catene di distribuzione fisiche.

L’autore del resoconto spiega che “Bitcoin e oro sono fondamentalmente molto simili, in quanto entrambi sono unità di valore scarse e accessibili globalmente“. Ciononostante, sottolinea che l’epidemia di COVID-19 ha evidenziato la fragilità della catena di distribuzione dell’oro e la migliore accessibilità globale di Bitcoin.

Su queste valutazioni rimaniamo ancora dubbiosi, così come sulla scarsità di Bitcoin rispetto all’oro: la correlazione tra i diversi asset, che comunque è sempre mutevole e mai stabile, adrà valutata nel tempo ancora meglio.

Certo è che alcuni elementi tipici di un “asset riserva di valore” sono impliciti nella struttura stessa di Bitcoin. Vedremo.

Francesco Marinucci

Suspendisse ultricies ultrices viverra. Morbi rhoncus laoreet tincidunt mauris interdum convallis metus suspendiss lacus est.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *